utenti online

Abbiamo 65 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 1
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

Un "Dono" per le mamme in difficoltà

Novanta metri quadri, 1100euro al mese d'affitto (senza sovvenzioni pubbliche), zona Montesacro. E' la casa di accoglienza «Il dono» per future madri, realizzata dalla onlus fondata da Serena Taccari. La casa è stata inaugurata ieri da Giorgia Meloni, ministro della Gioventù e dal vescovo Guerino Di Tora.

 

«In Italia oltre alla libertà di abortire, bisogna garantire anche quella di mettere al mondo i figli, non ugualmente garantita», ha detto il ministro. Che ha sottolineato come sull'aborto «molte volte il dibattito è troppo leggero» e che «la società non sa offrire altemative valide alle donne, anche per motivi ideologici: si lavora di più per immaginare strumenti utili a impedire la vita. C'è chi fa salti mortali per mettere al mondo un bambino e noi dobbiamo assolutamente difendere queste donne». Senza contare che anche l'Italia è costretta a confrontarsi col grave problema del calo di natalità: «Esperienze come quella della onlus Il Dono danno frutti straordinari, in controtendenza».

«Il dono», attiva in tutta italia, ha aiutato negli ultimi quattro anni 3 mila donne per un periodo di almeno sei mesi ciascuna e ha aiutato a far nascere 350 bimbi: molti di loro senza l'incontro con la generosità di Serena Taccari e del suo gruppo, molto probabilmente sarebbero stati abortiti. Ma anche di questo, del dolore e del rimorso delle donne che hanno scelto di interrompere la gravidanza, si occupa «Il Dono»: oggi e domani fra l'altro si terrà il ritiro semestrale post aborto, organizzato dall'associazione. «Alle donne spesso viene detto che l'aborto non è niente, qualcosa che si dimentica in fretta e non lascia traccia - spiega Serena - Ma non è così, si tratta di una ferita difficile da rimarginare e chi ha abortito lo sa». La casa di accoglienza ospiterà due donne in difficoltà: una è già arrivata, è brasiliana, ha 24 anni e partorirà in agosto. «Siamo sommersi di richieste, stiamo valutando, è difficile».

Ester Palma

 

fonte:Corriere della Sera