utenti online

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 1
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

Blog

questo è il to diario di bordo. Appunta quel che vuoi, un pensiero , la tua giornata.. ti servirà andando avanti rileggere queste pagine per comprendere meglio la direzione che stai prendendo.

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Inviato da il in Blog
MARMO

 

Ognuno vuole avere il suo dolore
e dargli un corpo, una sembianza, un letto,
e maledirlo nel buio delle notti,
portarlo su di sè tenacemente
perchè si veda come una bandiera,
come la spada che regala forze.
Ma c'è persa nell'aria della vita
un'altra fede, un dovere diverso
che non sopporta d'esser nominato
e tocca solamente a chi lo prova.
E' questo. E' rimanere
qui a sentire come adesso
l'onda che sale nelle nostre menti,
le stringe insieme in un respiro solo
come fosse per sempre,
e le abbandona.
Ma nemmeno la pupilla d'un cieco
dimentica l'azzurro che non vede.

 

( Da MARMO di Silva Bre )   <3  Top of Form 1

 

 

 

Visite: 1
0

Poema dell'assente

 

"A te sussurro, Piccola, dovunque tu sia, dovunque tu vada. Caldo fiume tremulo, la tenerezza inumidisce la mia voce, la mia voce che ti nomina. Per te, più lontano dei rossi cieli lontani, e delle montagne lontane, e delle stelle lontane, per te, più lontano guardo, più lontano.
Un vuoto qui fra le mie braccia, un suono trepidante che manca nella mia voce, la macchia del tuo corpo assente dal paesaggio; questo sei, Piccola, e senz'altro sei di più.
Fiore del mio cuore, anima d'acqua che traversa la mia terra, fiore mio. Piena dei miei dolori e dei miei silenzi, bimba dagli occhi assorti come tutta la mia infanzia, voglio che ti faccia crocifiggere nei miei sogni e che mi sopravviva in tutte le cose della terra.
A mezzanotte, gemma fatta albero nel mio petto, come da una pietra spezzata, come un albero ti elevi nel cielo profondo e ti costellano le stelle altissime.
Mi occupi come l'aria occupa le stanze e vuote, come la presenza dell'ombra occupa le stanze chiuse, come il profumo satura le corolle dell'estate.
Se per caso mi allontano da te, non rattristarti. Passa appena, davanti alla finestra, il volo di un uccello errante e silenzioso.
L'assente, sei l'assente. Ti chiamo e la mia voce cade e si trascina, ma la senti.
La senti, Piccola, quando ti addormenti, come il rumore di un fiume distante. La notte, è la notte. Emergi fioreggiata di luce azzurra e sei l'astro che ama il mio desiderio. Non ci sei.
L'assente, quella che chiude le palpebre, all'altro lato dell'ombra. Ti parlo e la ma voce ti chiama, Piccola. Non te ne andare, non te ne andare mai."

 

-- Pablo Neruda

E' x Te!!!  :)  <3

Visite: 1
0

Inviato da il in Blog
Volevo dire che ogni Natale x me è un supplizio,come Ogni gg della mia Vita da Allora. Volevo si sapesse quello che qsta legge cosi' mal applicata nella sua essenza,ha combinato nella Mia vita. Xchè io non volevo abortire, lui lo sa ed un uomo,chiamarlo uomo è troppo,si è approfittato di qsta legge e con l'inganno x rovinarmi. Che almeno sia un monito a che non succeda piu'. Mia figlia mi manca, con Lei ho perso Tutto e anche me. Ti abbraccio. La Tua mamma.
Visite: 7
0