utenti online

Abbiamo 76 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 1
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

Lucia Foschi

Lucia Foschi

Martedì, 02 Febbraio 2010 00:00

piange se dico no e io mi sento in colpa..

Sono mamma single di una bimba di un anno e non riesco a porle dei divieti: se le dico un no piange e fa una gran scenata.. io so che è un capriccio ma sono al lavoro tutto il giorno e mi sento così cattiva ad essere "dura" il poco che sono con lei..

La mia bimba ha 6 mesi, io non mi muovo di casa se non si sveglia lei da sola dal riposino, ovviamente io non la sveglio e poi, specie ora che fa più freddo, non esco più. Se proprio devo fare delle commissioni la sveglio, ma non di regola insomma.

Giovedì, 28 Gennaio 2010 00:00

rientro al lavoro.. trauma da distacco?

La mia bambina, di 5 mesi, vuole stare sempre con me. Ho provato tante volte a lasciarla alle mie sorelle, ma lei è attaccatissima, mi piange dietro,mi cerca con gli occhi, mi fa i sorrisoni da lontano... Sto per rientrare al lavoro, al nido la prenderanno l’anno prossimo, ora me la terrà una vicina di casa, una signora che stravede per lei e non vede l'ora di iniziare... la bimba invece, neanche lo sapesse, con lei piange appena prova a prenderla in braccio... come iniziare ad abituarla?

 

Giovedì, 28 Gennaio 2010 00:00

rapporto morboso con mia figlia?

Mia figlia ha 13 mesi, è una bambina dolce, tranquilla, ogni tanto capricciosa come tutti i bambini.. Il problema però è che ha con me un rapporto davvero morboso.. cioè, sta con me 24 ore su 24 siccome sto a casa a studiare, e non mi lascia un attimo..

Benedetta è nata domenica a Borgo di Terzo, in provincia di Bergamo, pesa tre chili ed è in piena salute. Solo che i suoi genitori non sapevano di aspettarla, perché Nicoletta Zappella, ventottenne da poco disoccupata e originaria di Casazza, non aveva “nessun sintomo tipico della gravidanza”.

Eppure Benedetta è nata così, in una domenica come un'altra, nel salotto di casa. Lo racconta a L'Eco di Bergamo il papà Angelo Alborghetti, 34 anni e operaio in un'azienda di ingranaggi a Trescore che ha assistito al parto della moglie seguendo le istruzioni del 118 al telefono: “Domenica mattina sono diventato padre di una bambina bellissima. È successo in casa, in pochi minuti. Non sapevamo che la mia compagna fosse incinta, non ci eravamo accorti di niente”.

Tutto inizia nelle prime ore della giornata: Nicoletta si sveglia con il mal di schiena e, visto che non aveva dormito, i due neogenitori decidono di stare in casa. Poi tutto succede in un attimo: Nicoletta va in bagno, tempo di chiedere aiuto, si avvicina ad Angelo, va in salotto “e mi partorisce davanti agli occhi. Non capivo più niente - dice Angelo - sono rimasto senza parole. Piangevamo tutti e tre: la bambina, io, la mia morosa. L'abbiamo chiamata Benedetta, perché è stata proprio benedetta, lo sa solo il Signore quello che hanno rischiato, la piccola e Nicoletta”. Il 118 ha assistito l'uomo durante il parto anche se, come dice lo stesso Angelo, “ha fatto tutto lei”. Poi è arrivata l'ambulanza e mamma e figlia sono state trasferite agli Ospedali Riuniti di Bergamo.

La conferma di tutta l'incredibile storia arriva dalla stessa neomamma: “Nessun sintomo. Ero più gonfia del solito, ma non ho mai pensato di aspettare un bambino visto che non avevo i sintomi classici di una gravidanza. Il mio ciclo era regolare e ai dolorini che ogni tanto sentivo non davo più di tanto caso”.

 

fonte: affaritaliani.it

Pagina 7 di 8