utenti online

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 0
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

percorso di guarigione

L'associazione IL DONO che offre questo servizio dal 2005, è stata la prima organizzazione di volontariato in Italia ad occuparsi statutariamente di offrire un percorso di supporto umano, psicologico e spirituale, che chiameremo percorso di guarigione, rivolto a chi a seguito di un aborto volontario o terapeutico non riesce più a vivere.

A chi si rivolge il percorso di guarigione offerto da IL DONO? è solo per i credenti?

Il percorso è rivolto a tutte le persone, donne, uomini, parenti, coinvolti in modo diretto o indiretto nell'aborto volontario o terapeutico, che soffrano a seguito di questo evento. Questo è indipendente dal credo religioso: tanto che in questi anni abbiamo potuto lavorare con persone atee, agnostiche, ma anche credenti di altre confessioni o religioni non necessariamente cristiane, come buddhisti, musulmani. Chi si rivolge a noi,  felice di aver abortito non è; e se non è felice in qualche modo significa che se avesse avuto possibilità di non farlo non l'avrebbe fatto, (anche se ritiene di non aver avuto altra scelta in quel momento),che non lo consiglierebbe o che non è stato "buono per lui".. insomma è rimasto talmente distrutto da questa esperienza da poter senza esitazione definire un "prima e dopo l'aborto" nella sua vita, tanto è stato grande il cambiamento che sente, e questo va ben oltre il credo religioso o politico. Esistono per contro, molte persone che non si sentono internamente distrutte da questa scelta, ovviamente ad esse non è rivolto poichè se stanno "bene" non hanno bisogno di alcuna guarigione. Questo non vuol dire che loro siano migliori, vuol solo dire che non hanno bisogno di questo percorso.

Ma io sto già andando dallo psicologo.. mi servirà ugualmente questo percorso?

Certamente sì! Il percorso può essere affrontato anche da chi sta intraprendendo una terapia supportiva psicologia o psichiatrica, o di counselling altrove: non è infatti sostitutivo di altri percorsi, nella maggior parte dei casi (qualora il terapeuta non si opponga all'interazione e quindi non per nostra volontà) le due strate convivono e cooperano senza problemi integrandosi reciprocamente.

Qual'è l'impostazione di questo percorso?

Il nostro percorso si basa sulla duplice constatazione che l'aborto sopprime una vita - non una qualunque ma quella del proprio figlio! - e quindi come per ogni morte, c'è un lutto da elaborare, e che questo lutto è sicuramente reso più difficile nella sua elaborazione dalla volontarietà del gesto dell'aborto (implicita o esplicita volontà della donna di recarsi lì o mancata opposizione agli eventi, partecipazione o disinteresse da parte di persone care ecc. che fanno parte della sofferenza della persona e che vanno accettate in quanto tali senza cercare di far pensare alla persona che queste cose siano false o non esistano affatto), e che l'uomo nel suo essere è un "tutto unico" non un inseme di eventi scollegati tra loro che possono essere gestiti separatamente: l'aborto andrà quindi collocato all'interno del quadro totale della nostra vita, presa dall'inizio che passa per questa esperienza ma non solo per questa, e che continua ad andare avanti.
Alcuni ritengono che per fare un percorso di guarigione dopo un aborto sia necessario non parlare esplicitamente della morte, non chiamare quel bambino figlio perchè questo sennò significherebbe "flagellare la gente"... Noi riteniamo che l'auto flagellazione difficilmente porti a buoni risultati se non deprimere fortemente la persona che la compie ledendo in modo a volte irreversibile l'autostima dell'individuo. Questo sicuramente non è buono e non porta nessuna guarigione da nulla. Ma è completamente inutile far finta che quello che è successo, cioè l'aborto, sia "un evento come tanti" perchè non lo è.
Il percorso che offriamo è quindi un percorso di elaborazione della perdita, di introspezione e consapevolezza dell'accaduto in ogni suo aspetto alla ricerca del perchè più profondo dell'essere arrivati alla scelta di aborto. Senza questa consapevolezza riteniamo sia impossibile raggiungere una vera guarigione ma solo dei placebo che di tanto in tanto si mostreranno incongruenti e inadeguati col rischio di ricadute anche molto serie.

Ci sono dei requisiti per affrontare questo percorso?

Il requisito fondamentale è la volontà di mettersi in discussione e la costanza che è propria di ogni percorso che si intende intraprendere.

Quanto dura il percorso?

Ogni percorso è totalmente soggettivo quindi la durata non può essere quantificabile. Certo è che già dopo le prime settimane, se si sta seguendo le direttive offerte con la dovuta costanza, si portanno osservare i primi cambiamenti, ma di per sè come per far guarire una ferita il tempo necessario potrebbe essere lungo e la medicazione dolorosa, allo stesso modo il percorso di guarigione dall'aborto poichè lascia una ferita profonda nell'individuo non sarà facile veloce e indolore, ma piuttosto, lungo, doloroso e difficile.

Come si svolge all'atto pratico questo percorso?

Il percorso si svolge con una serie di colloqui con gli operatori (moderatori e responsabili delle sezioni regionali) utilizzando possibilmente tutti gli strumenti messi a disposizione anche tramite il sito: come il forum, la chat ecc. Parte fondamentale del percorso sono i gruppi di auto-aiuto che si svolgono ciclicamente nella chat del sito in cui il confronto diventa fondamentale.
Questi incontri di gruppo possono essere egregiamente integrati ma anche sostituiti da colloqui individuali tenuti tramite i numeri sos-mamma a disposizione nel sito web. Quello che noi consigliamo è di usare tutti gli strumenti offerti: ce n'è la possibilità, è gratuito..prendi pure il pacchetto all inclusive!
Una tappa importante del percorso che sicuramente segna una svolta è il weekend post aborto. Nel sito trovi tutte le informazioni a riguardo.

Devo pagare qualcosa per questo supporto offerto?

No, il servizio è completamente gratuito.

Mi farà bene? Qualcuno l'ha già fatto e sa dirmi come è stato per lui?

Certamente, consulta il forum ci sono i percorsi personali di ognuno, contatta persone che hanno seguito il nostro percorso e chiedi direttamente a loro; leggi le testimonianze che sono state scritte.. puoi farti da solo un'idea dei traguardi raggiunti, se ti interessano, se pensi possa fare per te , che sia desiderabile. Se hai bisogno di altre informazioni siamo a tua disposizione.