utenti online

Abbiamo 84 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 1
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

Un figlio o di più? Pro e contro della vita con i fratelli

Al giorno d’oggi a dispetto delle famiglie patriarcali , alla famiglia nucleare il numero di figli per famiglia si è drasticamente ridotto a un figlio unico o al massimo a 2 fratelli (o sorelle), con il proposito però di potergli dare il massimo in tutti i sensi … ma in realtà non è così: il vantaggio di essere figli unici o del non esserlo è molto opinabile in quanto di fatto chi vive la condizione di figlio unico non può sapere cosa significa avere dei fratelli, così come chi li ha non può sapere davvero come ci si sente ad essere figlio unico ma è certo che in ogni caso si avranno dei pro e dei contro.


I vantaggi che in genere si hanno da figlio unico sono il fatto di avere tutta per se l’attenzione dei genitori e dei parenti, oltre ad una serie di vantaggi materiali, motivo per cui si dice spesso che il figlio unico è in genere un “bambino viziato”, associazione peraltro non vera in quanto dipende di fatto dall’educazione ricevuta dai genitori, mentre lo svantaggio di essere figlio unico, specie in infanzia è dato dalla mancanza del costante confronto con un proprio pari e da una serie di esperienze comunicative e sociali mancate, che sarebbero molto importanti per il suo sviluppo emotivo e cognitivo, cui in parte solo inserendo il bambino al nido si può porre rimedio. Nel corso del tempo durante l’adolescenza il figlio unico può incontrare un maggior numero di svantaggi, salvo rari casi, per il fatto che la ricerca di una propria autonomia in tale periodo spesso contrasta con la famiglia, specie in presenza di una madre eccessivamente protettiva, che interpreti questi bisogni come una ferita personale, col rischio di scoraggiare il suo processo di crescita, mentre tra 2 fratelli o sorelle, nascerebbe una complicità naturale, con cui affrontare i genitori e le loro regole: alleanza che indubbiamente si protrarrà in età adulta, in prospettiva dell’invecchiamento di mamma e papà, condividendo in ultimo il peso emotivo della loro scomparsa!
Ma soprattutto, il rischio maggiore di avere un figlio unico, è quello di riversare su di lui tutte le aspettative, influenzando direttamente od indirettamente le sue scelte ed il suo essere, privandolo di una propria autenticità e sicurezza, peso questo che con 2 fratelli sarebbe egualmente diviso: motivo questo che già di per se dovrebbe portare mamma e papà a regalare un fratellino o una sorellina al proprio primo bambino, senza farsi influenzare da esperienze ed opinioni di sorta ma solo ricordando che più si è in famiglia, più c’è amore!

Fonte E Redazione Mamma Oggi